fbpx
Home Campania Giornalisti farabutti. De Luca come Di Battista

Giornalisti farabutti. De Luca come Di Battista

by Redazione

Quando i media hanno strillato la notizia delle lenzuola mancanti al Cardarelli e dell’offerta di Salvini di fornirle lui all’ospedale napoletano, tutti noi campani ci siamo resi conto di aver fatto l’ennesima figuraccia. Pur consapevoli che dietro i titoli probabilmente si nascondeva una realtà diversa da quella che veniva rappresentata. Le fake news sono di tanti tipi.

Da questo a dire che il “sistema informativo è fatto per l’80% di farabutti, per un altro 10% di analfabeti, e salvo il 10% di persone perbene…”, come ha dichiarato il presidente De Luca, ce ne corre.

Siamo alle solite. Ve li ricordate gli epiteti lanciati da Di Maio e Di Battista contro i giornalisti? Pennivendoli, infimi sciacalli, prostitute. De Luca si è limitato a farabutti e analfabeti. Lo stesso approccio, la stessa arroganza, la stessa lunghezza d’onda. Ha voglia il nostro Governatore di irridere i 5Stelle, lui non si dimostra meno populista e arruffapopolo.

Certo, la stampa vive anche di presunti scandali gonfiati ad arte. Proprio come i politici lucrano consensi sulle false promesse elettorali. Non è così signori deputati e presidenti di Regione? Qual è la percentuale di farabutti in politica? E di analfabeti? Con un’aggravante: che i politici farabutti e analfabeti vengono pagati con le nostre tasse.

Il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, ha chiesto a De Luca di rettificare e chiedere scusa. Non lo farà. L’arroganza del potere e la presunzione generata dalla mancanza di maturità culturale e civile accecano.

0 comment