fbpx
Home Cultura Il LabOratorio del San Filippo Neri di Bologna

Il LabOratorio del San Filippo Neri di Bologna

by Redazione

 

E’ ripartito sabato scorso il LabOratorio, la stagione dell’Oratorio San Filippo Neri curata dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ferrara. Durerà fino a maggio ospitando oltre 35 eventi articolati su vari temi, dall’ambiente alla fantascienza, dall’informazione allo spettacolo, dai talent show ai podcast.

“Un modo per mettere insieme la comunità e per riportarla in luoghi dove le persone stanno bene insieme, come i teatri… per valorizzare il nostro patrimonio culturale, per dare nuovi stimoli di riflessione e spazio alla creatività e per cercare di ritrovare la dimensione di socialità che ci manca”. Ha affermato Giusella Finocchiaro, Presidente della Fondazione.

Diamo un’occhiata al programma.

AMBIENTE. Matteo Caccia e Stefano Mancuso presentano in anteprima il loro spettacolo “dedicato alle storie di uomini e piante che negano i confini”. Telmo Pievani parla del suo libro, ‘Serendipità’. Alessandra Viola, Paola Bonfante e Carlo Tosco. disquisiscono di piante, giardini e fiori. Marco Bianchi racconta il suo libro, ‘Viaggio nel corpo umano’.

 

FANTAFILOSOFIA. I Tlon, i due ‘filosofi pop’ Maura Gancitano e Andrea Colamedici discutono di metaversi, distopie, extraterrestri e ma anche del famoso romanzo ‘Discorso di Metz’ di Philip Dick, che Pietro Babina porterà in scena sul palco del San Filippo Neri.

 

 

 

INFORMAZIONE. Come vanno riportate e lette le notizie? In modo satirico, Enrico Bertolino e Luca Bottura. Radiofonico, Claudia De Lillo. Ricercando gli errori, Marianna Aprile e Alessio Viola. Dei podcast si occupa Chiara Tagliaferri con ‘Les Diaboliques’, dedicato alle sorelle Giussani.

 

TALENT SHOW. Racconteranno la propria esperienza (e si esibiscono) N.A.I.P. (X Factor), Black Blues Brothers (Tu si que vales) e Trejolie (vincitori di Italia’s Got Talent).

LIBRI IN SCENA. Incontri: Fabio Canino con il suo volume ‘RaffaBook’; Francesca Neri con l’autobiografia ‘Come carne viva’; Valerio Aprea con ‘A questo poi ci pensiamo’; Nina Zilli con ‘L’ultimo di sette’; Isabella Carloni con ‘Le irriverenti’; Peter Stein con ‘Un’altra prospettiva’, scritto insieme a Gianluigi Fogacci.

PRIMA DELLA PRIMA. Anteprime di spettacoli: Stefania Rocca con ‘La madre di Eva’; Viola Marietti con ‘Chef’ di Sabrina Mahfouz; Davide Pascarella con ‘Appunti per un testo sulla fine del mondo’.

LA MEMORIA. Monologo di Stefano Pesce in occasione della Giornata della Memoria in collaborazione con il Museo Ebraico. Ritratti di Ugo Tognazzi e Vittorio Gassman tracciati dai figli Ricky Tognazzi e Paola Gassman. Quindi, omaggio a Lucio Dalla da Roberta Giallo ed a Franco Quadri da Fiorenza Menni Ubu. Ricordo di Gianfranco Rimondi da parte della comunità teatrale e l’happening di Nicola Borghesi sulle vicende narrate dal giornalista Claudio Cumani.

Infine, la novità di quest’anno: IL RACCONTO DI FILIPPO. Visita guidata negli spazi dell’Oratorio: dedicato a San Filippo Neri; inaugurato nel 1733 dal cardinale Lambertini; poi ridotto a caserma dagli editti napoleonici; acquistato nel 1997 dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e restituito a nuova vita nel 1999.

0 comment