fbpx
Home Cultura Il nuovo Museo del Risorgimento “Leonessa d’Italia”, a Brescia 2023

Il nuovo Museo del Risorgimento “Leonessa d’Italia”, a Brescia 2023

by Redazione

 

Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023 parte inaugurando il nuovo Museo del Risorgimento Leonessa d’Italia, che aprirà al pubblico domenica 29 gennaio.

Tre, secondo gli organizzatori, i pilastri della nuova trama narrativa museale. “I reperti storici, ovvero l’evidenza della cultura materiale del Risorgimento; le opere d’arte, che hanno contribuito a formare il nostro immaginario sull’epopea risorgimentale; infine, la collezione digitale, che permette un approccio esperienziale al Museo, coinvolgendo il pubblico in un percorso di conoscenza ed esplorazione”. Un viaggio complesso, fatto di molte voci. Dalla Repubblica bresciana del 1797, attraverso le Guerre d’indipendenza, arrivando alle soglie dei nostri giorni. Un focus particolare è riservato all’episodio delle Dieci giornate che valse alla città l’appellativo di “Leonessa d’Italia”, per l’eroica resistenza popolare alle forze austriache (1849).

 

 

Significativa la componente digitale, trattata come una vera e propria collezione, che si compone di slideshow in loop, tracce musicali, un Atlante Storico del Risorgimento e 6 installazioni multimediali dedicate a:

  • Risorgimenti: video installazione che spiega i concetti chiave delle otto sezioni di cui si compone il Museo;
  • Il “salotto”: una rievocazione dei salotti letterari e politici del primo Ottocento;
  • Le Dieci giornate di Brescia: un box immersivo in cui si rivivono le emozioni dei dieci giorni che hanno reso celebre Brescia;
  • I garibaldini bresciani: uno schermo interattivo per conoscere la storia dei partecipanti bresciani alla Spedizione dei Mille;
  • Odonomastica: un totem che permette di visualizzare la toponomastica dedicata in Italia ai protagonisti e ai più celebri eventi del Risorgimento;
  • I principi fondamentali della Costituzione italiana: un display su cui scorrono a ripetizione i principi fondamentali della Costituzione della Repubblica italiana.

 

 

Come detto, il Museo è articolato in otto sezioni: Rivoluzione; Dissenso; Insurrezione; Guerra; Unità; Partecipazione; Mito; Eredità.

  • Rivoluzione ripercorre la breve ma significativa esperienza della Repubblica bresciana, proclamata nel marzo 1797, che pose fine alla secolare sudditanza di Brescia a Venezia.
  • Dissenso è dedicata alla vita politica di Brescia sotto la dominazione austriaca.
  • Insurrezione racconta le celebri Dieci giornate di Brescia (23 marzo – 1° aprile 1849).
  • Guerra, tra il 1848 e il 1859, quando Brescia divenne soprattutto un “grande ospedale”.
  • Unità, con l’annessione al Regno di Sardegna.
  • Partecipazione è dedicata all’epopea garibaldina e agli 86 bresciani che parteciparono alla Spedizione dei Mille.
  • Mito dà conto del processo di monumentalizzazione e mitizzazione del Risorgimento dopo l’Unità.
  • Eredità, sul Risorgimento utilizzato nel ‘900 come strumento di legittimazione politica e ideologica.

Attenzione! Ingresso gratuito per tutti i visitatori fino al 19 di febbraio e per tutto l’anno per i cittadini residenti a Brescia.

Per informazioni: https://www.bresciamusei.com/

0 comment

Cosa ne pensi