fbpx
Home Senza categoria Comprare casa oggi costa meno: mito o realtà?

Comprare casa oggi costa meno: mito o realtà?

by Redazione

PUBBLIREDAZIONALE

Comprare casa in Italia rimane oggi una delle sfide più grandi, dopo quella legata alla realizzazione lavorativa.

Per i giovani italiani over 30, l’acquisto di un immobile di proprietà rappresenta il coronamento di un sogno. Nonostante le evidenti difficoltà nell’accendere un mutuo e trovare un lavoro “fisso”, nella maggior parte delle città del Bel Paese i giovani sono ancora costretti a fare enormi sacrifici per l’acquisto di un appartamento.

Idealmente, servono in media 7 anni di stipendi per permettersi l’acquisto di una casa. Negli ultimi anni si è avuta però un’inversione di tendenza. Lo rivela una ricerca effettuata dall’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa, secondo cui, rispetto a 10 anni fa, sono diminuiti i costi per l’acquisto degli immobili.

Ad esempio, a Napoli per acquistare un appartamento di 85 mq, è necessario mettere da parte 7 anni e 4 mesi di lavoro (contro i 9,7 precedenti). Vi sono quindi 2,3 annualità in meno.

Un dato sicuramente interessante, ma ciò non toglie che comprare casa sia ancora un investimento troppo oneroso per molti. Per questo motivo è importantissimo non rischiare di buttare ulteriore denaro effettuando un acquisto errato.

Valutare la possibilità di rivolgersi al parere esperto di chi opera nel settore immobiliare napoletano già da diversi decenni è la strada più sicura. L’agenzia immobiliare Dove.it, tra le più affidabili nel settore, offre ad esempio un praticissimo servizio di valutazione immobile a Napoli disponibile gratuitamente sul sito.

Questo permette di effettuare un acquisto oculato, grazie al supporto di professionisti esperti che operano in maniera capillare sul territorio campano.

Un altro aspetto interessante che emerge dalla ricerca del gruppo Tecnocasa è che in Italia è cresciuta l’età media di chi acquista casa. Lo studio rivela infatti, che nel 2014 l’età media era di 43 anni, per passare poi ai 45 anni nel 2019.

Ma a cosa è legato questo trend? La risposta è molto semplice. Sempre più nella società odierna i giovani si trovano a combattere con le molte difficoltà legate al trovare un lavoro stabile e anche l’accesso al credito è spesso un miraggio.

Non potendo aprire un mutuo, si vedono spesso costretti ad optare per la locazione.

Questa scelta rimane inoltre la prima opzione tra i single che passano molto tempo fuori casa e tornano solo per avere una base di appoggio.

Solo quando si decide di mettere su famiglia nasce l’esigenza di acquistare un appartamento comodo per il nucleo. Questo aspetto porta quindi a ritardare l’acquisto della prima casa.

0 comment