fbpx
Home In Italia e nel mondo Dalla parte della gente e del territorio

Dalla parte della gente e del territorio

by Ferdinando Maria Cioffi

Una tre giorni di studio e di lavoro, quella che si terrà a Napoli questo fine settimana, 16-17 e 18 novembre, di livello assoluto. Per l’importanza dei temi che saranno trattati, per il livello dei relatori, per l’autorevolezza degli Enti organizzatori.

Parliamo della Conferenza Nazionale su Sicurezza e Legalità in programma venerdì a Palazzo Reale, sabato alla Federico II a Monte Sant’Angelo e domenica di nuovo a Palazzo Reale, a cura della Regione Campania, della Procura Nazionale Antimafia e di Eurispes.

Un’iniziativa fortemente voluta da Franco Roberti, assessore regionale alla sicurezza e legalità, già procuratore nazionale antimafia, che porta al centro dell’attenzione in maniera seria e rigorosa una problematica troppo spesso affrontata con superficialità ed approssimazione, inseguendo la cronaca alla ricerca del consenso. Un impegno importante da parte della nostra Regione, dal quale ci auguriamo possano discendere scelte programmatiche significative.

Nella prima giornata, dopo i saluti istituzionali del sindaco De Magistris e dell’assessore Bonavitacola, interverranno, tra gli altri, i ministri Costa e Bonafede, il procuratore nazionale antimafia Cafiero de Raho, il rettore Manfredi e, appunto, l’assessore Roberti. Le conclusioni sono affidate al Presidente De Luca.

Sabato, ancora Roberti aprirà i lavori presentando i tavoli tematici: beni confiscati; ambiente e territorio; sicurezza urbana e tutela penale; criminalità organizzata, infiltrazione nell’economia legale; terrorismo; immigrazione e tratta degli esseri umani; cyber security; dipendenze, sicurezza e società. Solo a leggere i titoli degli argomenti tremano le vene e i polsi. I lavori procederanno per sessioni parallele e vi prenderanno parte ben 87 esperti tra magistrati, forze dell’ordine, docenti, studiosi, rappresentanti delle istituzioni, giornalisti.

Domenica, ci sarà la restituzione dei lavori da parte dei coordinatori dei tavoli tematici: Maria Vittoria De Simone, Giancarlo Caselli, Antonello Perillo, Giovanni Russo, Andrea Margelletti, Marco Ricceri, Roberto De Vita, Roberta Pacifici. A seguire, la tavola rotonda conclusiva.

A ben guardare: non troppa politica, molti veri addetti ai lavori e un po’ di società civile. Un mix equilibrato e concreto foriero di un serio contributo, non solo analitico, ma propositivo che, speriamo, venga raccolto da chi di dovere.

All’assessore Roberti spetta anche l’onere, almeno in parte, del prosieguo. Con il sostegno di tutti noi.

0 comment