fbpx
Home Campania Italia Nostra contro lo stop agli abbattimenti in Campania

Italia Nostra contro lo stop agli abbattimenti in Campania

by Redazione

E’ di qualche giorno fa la notizia che l’assessore regionale alla sicurezza, legalità e immigrazione – Mario Morcone – ha formalmente chiesto al Prefetto di Napoli la sospensione degli abbattimenti degli immobili abusivi in Campania. Lo ha fatto in seguito ad una mozione unanime dei gruppi consiliari. L’intento è quello di non aggravare le difficoltà dei cittadini nel periodo emergenziale che stiamo vivendo.

Messa così, la richiesta può apparire condivisibile. Però il tema è oggettivamente complesso, si presta a facili strumentalizzazioni, e la sospensione tout court non è esente da rischi. Non tutti, infatti, la condividono.

Da ultimo, Italia Nostra, “pur consapevole della serietà delle ragioni a base della richiesta”, chiede una norma d’urgenza che “assicuri comportamenti uniformi in tutto il territorio nazionale”. Ossia “che le procedure di demolizione debbano essere riattivate senza ulteriori proroghe non oltre il 31 ottobre 2021, che agli abusi edilizi accertati dall’insorgenza della pandemia e fino al 19 novembre 2020 non si applichi il regime di maggior favore e che, soprattutto, l’auspicato provvedimento non sia l’anticamera di un ulteriore condono edilizio”. Anzi, sarebbe opportuno “prevedere che l’intervento del Genio Militare sia possibile senza che vi sia alcun irragionevole esborso da parte dell’autorità giudiziaria”.

Come avevamo detto il tema è complesso. E’ giusto chiedere uniformità normativa su tutto il territorio nazionale, quando l’emergenza Covid viene gestita tenendo conto delle peculiarità regionali? E’ giusto sospendere tutti gli abbattimenti senza distinguere, per esempio, tra case abitate e case vuote? E’ reale il rischio di un sostanziale condono? E quanto dovrebbe durare la sospensione, atteso che nessuno sa quanto durerà l’emergenza?

Tema complesso, appunto.

0 comment