fbpx
Home Cultura Matera 2019. Adduce lascia augurandosi che il viaggio prosegua

Matera 2019. Adduce lascia augurandosi che il viaggio prosegua

by Redazione

L’esperienza di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 è un patrimonio di tutta l’Italia ed è stata una bella esperienza. Con l’approvazione del bilancio consuntivo della Fondazione che ha gestito il percorso, il suo Presidente Salvatore Adduce lascia l’incarico. Lo fa definendo “straordinario” il lavoro svolto e ringraziando tutti coloro che vi hanno partecipato. Tra gli altri, a noi piace sottolineare il contributo fondamentale di Serafino Paternoster, addetto alla comunicazione, che ha raccontato Matera 2019 con professionalità ed efficacia.

”l bilancio 2019 – ha dichiarato Adduce – si chiude con un volume complessivo di 28,6 milioni di euro che hanno assicurato la produzione originale di 1.200 eventi tutti di grande profilo internazionale. Questo risultato ha comportato una spesa di personale di circa 3,0 milioni di euro, pari al 10,4%, un rapporto assolutamente virtuoso in un settore dove la spesa per il personale è per definizione quella più rilevante. Sono stati coinvolti attivamente nelle produzioni culturali 57.000 cittadini di varia provenienza e con diversi talenti e abilità, ponendo la città di Matera all’attenzione europea, quale luogo di co-creazione attraverso nuovi modelli culturali che abbattono le barriere tra artisti e pubblico. La dimensione internazionale si è coniugata con la dimensione regionale della manifestazione: 394 eventi su 1200 si sono realizzati nei vari Comuni della Basilicata, e più di 74.424 Passaporti sono stati venduti, di cui il 40% a turisti, il 28,2% a residenti della Regione Basilicata e il 20% a studenti. Matera si è rivelata la Capitale Europea della Cultura che in assoluto ha registrato il tasso di crescita turistica più alto. Matera e la regione Basilicata hanno guadagnato una grande visibilità: 3,4 miliardi sono state le “Opportunity to see” (potenziali contatti), equivalenti ad un investimento in Comunicazione pari 110 milioni di euro; sono stati oltre 1500 i servizi radiotelevisivi e gli approfondimenti realizzati su Matera-Basilicata 2019; inoltre, sono stati pubblicati più di 68.000 articoli di stampa e web; infine, hanno parlato di Matera 2019 le testate di più di 41 paesi del mondo”.

Ma il percorso prosegue. A febbraio c’è stata la partecipazione alla Parata internazionale del Carnevale di Rijeka 2020, la città croata cui Matera ha passato il testimone. A maggio alla quarta edizione del “Festival della comunicazione non ostile”. A giugno “I‐DEA”, dedicato ai materiali d’archivio della Basilicata, è stato presentato alla terza edizione di “Archivissima”. Sempre a giugno è ripartita da Matera “Artlab. Territori, Cultura, Innovazione” e la “Festa della Musica”. Quindi, a settembre e ottobre, il Festival di arti performative “So Far So Close. Esercizi di vicinanza”.

“Il mio augurio – prosegue Adduce – è che questo viaggio possa continuare in futuro con lo stesso spirito e la stessa dedizione e impegno, nell’offrire ai cittadini e ai visitatori sempre nuove risposte alle domande e alle esigenze di una città e di una regione, che hanno raggiunto una visibilità internazionale da cui non si può più tornare indietro”

Un augurio al quale ci uniamo con entusiasmo.

0 comment