fbpx
Home Cultura Matera “Stupor Mundi”

Matera “Stupor Mundi”

by Redazione

No, aspettate un attimo. Non è Matera, per quanto sia la stupenda capitale europea della cultura 2019, ad essere stupor mundi. Ci riferiamo alla composizione musicale di Damiano D’Ambrosio dedicata a Federico II di Svevia, inserita nell’ambito del progetto “Voices of the Spirit” co-prodotto dal Lams – Laboratorio Arte Musicale e Spettacolo – e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019.

“Stupor mundi” sarà eseguita il 12 gennaio, nell’Auditorium Gervasio di Matera. Un progetto musicale in tre quadri. Il primo è Ludus Imperialis, quattro movimenti (Intrada, Saltarello, Oktàgonos, De arte venandi) diretti a celebrare la vita e le opere dell’Imperatore. Il secondo è Fior di Sorìa, per mezzosoprano e orchestra, su testo attribuito a Federico II. Il terzo ed ultimo è Dum vitae nobis instaret terminus (incipit del testamento dell’imperatore). Una cantata in morte di Federico, su testo tratto dalle “Lamentationes” di Geremia, per mezzosoprano e orchestra.

Eseguono il Maestro Giovanni Pompeo, la mezzosoprano Tina D’Alessandro e l’Orchestra di Matera e della Basilicata. Il programma sarà aperto dal Concerto per violino e orchestra n.3 in Sol Magg. K 216 di Mozart, con la violinista albanese Abigeila Voshtina.

Si completa così la proposta culturale del Lams per il cartellone di Matera Capitale Europea della Cultura 2019. Tradizione ed innovazione, insieme alla valorizzazione dei musicisti locali.

0 comment