fbpx
Home Napoli Scinn, rigenerazione urbana a Ponticelli

Scinn, rigenerazione urbana a Ponticelli

by Piera De Prosperis

 

Scinn, nel dialetto napoletano è un invito perentorio a scendere, ma è sottinteso vieni, partecipa, non rimanere solo. Queste suggestioni comunicative sono alla base di Scinn l’acronimo di un progetto che riunisce Sport, Comunità, Integrazione, Nuove Narrazioni. A proporlo è l’associazione NEA – Napoli Europa Africa con il sostegno della Fondazione CON IL SUD. L’intento del progetto è quello di riqualificare l’area sportiva dell’ex scuola di via Curzio Malaparte a Ponticelli, nella zona orientale di Napoli. Dal 2019 la struttura è affidata in affitto dal Comune di Napoli a Maestri di Strada, l’associazione presieduta da Cesare Moreno, ed è diventata punto di aggregazione per diverse realtà del terzo settore sociale come Pallavolo Ponticelli, Arci Movie Napoli, AP Partenope Rugby, Aste&Nodi, UISP Napoli, Terra di confine.

Proprio Maestri di Strada, tra i partner del progetto SCINN, segue il processo di rigenerazione che prevede il recupero dell’impianto sportivo e la realizzazione di un presidio aggregativo ed educativo che, oltre ad ospitare i protagonisti del progetto della NEA, sarà messo a disposizione gratuitamente dei giovani, delle scuole e degli enti del partenariato che vorranno svolgere attività di educazione motoria.

Abbiamo spesso parlato dell’importante lavoro svolto dalle associazioni di volontariato per un territorio che ha visto tempi migliori. Ormai lontanissimi i tempi dell’occupazione garantita per decenni dall’industria conserviera Cirio che a San Giovanni, fino agli anni ’80, ha avuto la sua sede. Eppure in un quartiere, spesso agli onori della cronaca nera per fatti di camorra, il lavoro svolto per riqualificare zone abbandonate ma soprattutto per offrire spazi fruibili dai giovani è tangibile. Basi pensare all’attività del Nest, teatro che nasce nella palestra della ex scuola Giotto-Monti, recuperata e trasformata in uno spazio drammaturgico che ha accolto migliaia di spettatori in diversi anni di attività. C’è sete di spazi a San Giovanni. Riqualificare quindi l’area sportiva di una scuola ormai dismessa offre opportunità di svago ma anche soprattutto di formazione. Lo sport attraverso l’apprendimento delle norme aiuta a costruire il rispetto degli altri e delle regole di convivenza civile.

Del resto, Scinn fa parte di un progetto più ampio che si chiama CUBO, Cantiere UrBanO  per le attività del “Centro Educativo Polifunzionale Ciro Colonna”. A riprova dello spirito di collaborazione e solidarietà, in attesa degli interventi di ristrutturazione della palestra del CUBO le discipline sportive, totalmente gratuite, saranno ospitate dal prossimo gennaio in tre scuole di Ponticelli e Barra.

Quando la palestra funzionerà sarà un ulteriore arricchimento del territorio sia in termini patrimoniali che soprattutto educativi e sociali perché come dice Moreno: Il problema non è già essere ma credersi poveri e noi cerchiamo di educare le ragazze ed i ragazzi ad essere dei sovrani e non dei sudditi, a valorizzare i loro talenti.

0 comment