fbpx
Home Musica Strativari al Trianon di Napoli, suite napoletana in otto quadri

Strativari al Trianon di Napoli, suite napoletana in otto quadri

by Redazione
0 comment

 

Al Teatro Trianon-Viviani di Napoli, diretto da Marisa Laurito, il 26 e 27 marzo prossimi va in scena Strativari: la musica classica incontra l’underground, gli archi si fondono con gli strumenti riciclati in un viaggio verticale che racconta Napoli dalle mille facce.

Capone&BungtBangt e Solis String Quartet, con Cristina Donadio. Lo spettacolo unisce due gruppi musicali diversi, per vocazione e storia, che collaborano celebrando l’immagine di una città ritenuta non etichettabile. Non bastano occhi, gambe e ragione per viaggiare attraverso la città a strati: ci vuole la musica.

Strativari è come una suite composta da otto movimenti, con tanto di Prologo ed Epilogo: il ricordo, la passione, il gioco, lo scontro, la fatica, la denuncia, il desiderio, la devozione. Contaminazione della strumentazione, fatta di materiali riciclati, con la musica classica (non il contrario, badate bene), per i BungtBangt. Gioco di contrasti tra Bach, Mozart, Prokof’ev e Viviani con brani originali delle due band, per i Solis String Quartet.

Regia di Raffaele Di Florio, soggetto e testo di Stefano Valanzuolo, musiche originali di Capone&BungtBangt e Solis String Quartet, voce recitante Cristina Donadio.

0 comment