fbpx
Home Cultura Capodanno Cinese 2022 a Napoli

Capodanno Cinese 2022 a Napoli

by Redazione

 

Quest’anno si celebra al Mann – Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il prossimo 31 gennaio, la Festa di Primavera o Capodanno Cinese. Inizia l’anno della Tigre nel segno della forza e del coraggio. E’ il quinto Capodanno Cinese a Napoli, ancora una volta organizzato da Livecode Full Media Agency, l’Istituto Confucio, l’Associazione culturale “Ciao Cina” in collaborazione con Il MANN.

Ma le celebrazioni di quest’anno a Napoli saranno diverse, con esibizioni e dimostrazioni pratiche di tecniche e cultura cinese. Stand di Calligrafia, Ritaglio della carta e Mahjong. Degustazioni di Tè. Momenti musicali. Dimostrazioni di Taijiquan a cura dell’Associazione Italy Chen Xiaojia.

Il Direttore del museo, Paolo Giulierini, ha scelto di esporre l’emblema musivo, databile IV sec., che rappresenta Dioniso in groppa ad una tigre, affermando che: “Per il Mann festeggiare con la comunità cinese il capodanno per il terzo anno consecutivo, attraverso i segni del porcellino, del bue e della tigre, significa avere presente che il museo è attento alle persone che vivono nel Quartiere e intende essere la casa di tutti. D’altronde siamo costantemente presenti in Cina con mostre di antichità e abbiamo avviato da anni una serie di progetti di ricerca con il paese del Dragone: lo stesso videogame Father and Son è stato scaricato da milioni di Cinesi.”

Alle ore 17:00, corrispondenti alla mezzanotte di Pechino, con il Direttore Giulierini ci saranno il sindaco Gaetano Manfredi, il rettore de L’Orientale, Roberto Tottoli, e la direttrice e il co-direttore dell’Istituto Confucio, Paola Paderni e Cheng Hongjin.

 

Sala del Toro Farnese ore 16.00:

  • M° Gianni Marcellini e M° Manuel Sammartino interpretano “Nessun dorma”, opera tratta dalla Turandot di Giacomo Puccini (Chitarra e mandolino);
  • Roberto Rossodivita interpreta alla tastiera il brano di Lin Hai 林海 – “琵琶语”, “Lingua della Pipa”;
  • M° Manuel Sammartino canta un brano di musica tradizionale napoletana (Accompagnamento di chitarra);
  • Giulio Trifiletti interpreta “草原上升起不落的太阳” – “Il sole non tramonta mai sulla steppa” (Tromba);
  • Francesco De Dominicis canta un brano di musica cinese;
  • Gianni Marcellini e Manuel Sammartino si esibiscono in un medley di musica tradizionale napoletana;

Atrio ore 17.00:

  • Conto alla rovescia per la mezzanotte a Pechino (17.00 ora italiana) e Danza del Leone a cura dell’Accademia Hak Fu Jow
  • Saluti istituzionali del direttore del Museo archeologico nazionale di Napoli, Paolo Giulierini;
  • Saluti istituzionali del Comune di Napoli, che ha concesso il patrocinio morale all’evento
  • Discorso del rettore dell’Università L’Orientale di Napoli, prof. Roberto Tottoli;
  • Discorso della direttrice dell’Istituto Confucio di Napoli, prof.ssa Paola Paderni;
  • Discorso del co-direttore dell’Istituto Confucio di Napoli, Prof. Cheng Hongjin;
  • Discorso del segretario generale CISL Campania, Doriana Buonavita

Sala del Toro Farnese ore 18.00:

  • Spettacolo di Taijiquan a cura dell’Associazione Italy Chen Xiaojia
0 comment