fbpx
Home Salerno Cilento. Encomio al bagnino Andrea, ne ha salvati 30

Cilento. Encomio al bagnino Andrea, ne ha salvati 30

by Titti Giordano

Gli eventi del 2020 ci hanno abituati a leggere o ad ascoltare brutte storie, tanto che non ce ne stupiamo più! Quando la storia è bella, però, vale la pena sentirla. Si parla di un ragazzo, Andrea Zappia, di circa 17 anni che ha mostrato molto coraggio salvando dal mare cilentano circa 30 persone. Un vero record che il nostro giovane bagnino ha “ottenuto” nel bello e insidioso mare di San Mauro Cilento. Al lavoro da fine maggio presso il Lido “La Rosa Dei Venti”, durante i mesi estivi, ha fatto sentire al sicuro tutti i bagnanti del luogo. É per questo che il sindaco, dott. Giuseppe Cilento, insieme all’intero Consiglio Comunale durante l’ultima seduta di alcuni giorni fa, hanno approvato il conferimento ad Andrea Zappia di un “encomio” per aver dimostrato tanto coraggio nell’affrontare il mare che, con le sue correnti, era capace di intimorire anche un esperto nuotatore. Un encomio sarà assegnato anche al collega bagnino ventenne, Pasquale Astore, che presso lo stesso stabilimento nel mese di agosto, ha affiancato Andrea con grande professionalità. Il Sindaco ha detto: “Dobbiamo ringraziare i proprietari del lido La Rosa dei Venti per aver scelto del personale così qualificato che gestendo in sicurezza il Lido rappresenta uno stimolo al turismo balneare. Le nostre zone sono molto belle ed il nostro mare non ha nulla da invidiare a luoghi più famosi. Ci sono spiagge e stabilimenti balneari che rispettando le regole sono in grado di accogliere e proteggere i clienti e i turisti che sono un bene prezioso per l’intero territorio. Per questo mi complimento con Andrea Zappia per il coraggio e la professionalità dimostrati in questi mesi.”

Ma c’è di più. Il giovanissimo bagnino, a differenza di molti suoi coetanei, ha duramente lavorato svolgendo una professione che presuppone una notevole forza fisica visto che non è facile stare sempre sotto il sole ed occuparsi dei tanti bagnanti, ma, altresì, ha anche dimostrato una passione per questo lavoro. All’inizio della stagione estiva, nel mese di giugno, il mare di San Mauro è stato agitato ed ha eroso parte della spiaggia dei lidi. Ecco che Andrea, di propria iniziativa, si arma di rastrello e sposta la sabbia da dove la furia del mare l’aveva accumulata e la distribuisce sul bagnasciuga in modo da mettere un po’ più di sabbia sotto i piedi dei bagnanti, rubando un metro al mare. Un’iniziativa che ha incuriosito il Consigliere Giuseppe Marrocco che lo ha fotografato, trovando particolare questa iniziativa del giovane Andrea.

 

Ora la stagione estiva è finita e tutti stanno rientrando. Anche il bagnino Andrea tornerà a scuola ed alla sua quotidianità, certamente arricchito da questa intensa esperienza umana e di lavoro che gli ha permesso di essere un riferimento per tante persone che lo aspettano il prossimo anno per un nuovo capitolo di questa bella storia di vita.

0 comment