fbpx
Home Ambiente L’Arpac assume

L’Arpac assume

by Redazione
arpac

Sotto dotazione di risorse umane. E’ questa una delle principali criticità dell’Arpac, l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Campania, sin dalla sua costituzione. Aggravata poi dal blocco delle assunzioni dovuto alla spending review e dai pensionamenti per “quota 100”. Ne abbiamo dato conto più volte: circa 530 dipendenti in servizio, quando dovrebbero essere 780. Vi avevamo anche detto che era in corso un programma di adeguamento dell’organico: concorsi per comparto e dirigenza, stabilizzazioni, mobilità, verticalizzazioni e via dicendo. Chiedendoci quando si sarebbe arrivati a 780.

Ebbene è stato appena compiuto un (ulteriore, a dire il vero) passo in avanti. Sono stati infatti “stabilizzati”, ossia assunti a tempo indeterminato, sei collaboratori già attivi da anni nell’ambito della “marine strategy”. Si tratta del gruppo che si occupa del monitoraggio dell’ambiente marino. Quelli, per intenderci, che passano gran parte dell’anno sulle barche dell’Arpac a fare prelievi per stabilire se possiamo farci il bagno, e non solo. 3 laureati e 3 diplomati, ai quali seguiranno 3 conduttori di mezzi nautici.

Ora l’Agenzia è tenuta a reclutare all’esterno un numero di dipendenti pari a quello del personale stabilizzato e la relativa procedura pare sia già in corso.

Brava Arpac. Si tratta di un passaggio significativo, sia per il livello di qualificazione del personale stabilizzato che per la rilevanza del lavoro che svolge. Noi a suo tempo li abbiamo incontrati e filmati sul campo. Se volete, andate a vedere: https://www.genteeterritorio.it/lunita-operativa-mare-dellarpac-al-lavoro/

0 comment