fbpx
Home Campania Regionali Campania: le liste. TERRA

Regionali Campania: le liste. TERRA

by Redazione

Alle imminenti regionali troveremo TERRA. Una lista civica nata dai territori in chiave ambientalista. Vi hanno aderito tra gli altri Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana, Partito del Sud, DeMa e Cobas. Ma anche molti movimenti di base. L’accordo con Potere al Popolo è invece saltato. Insomma, un’alleanza elettorale molto articolata che guarda forse anche alle prossime comunali a Napoli ed all’evoluzione politica interna ai 5Stelle.

I suoi sostenitori lamentano che i due maggiori schieramenti politici che si sono alternati alla guida della Campania negli ultimi dieci anni non avrebbero mostrato alcuna sensibilità reale ai problemi ambientali della regione. In particolare, nessuna azione seria sarebbe stata intrapresa riguardo alla “Terra dei Fuochi”, al Bacino del Sarno e dei Regi Lagni, alla questione delle acque interne, dei fiumi e delle coste. Al problema dell’inquinamento delle Fonderie Pisano di Fratte, della Valle del Sabato, del lago Patria. E via dicendo. Laddove l’Ambiente, da problema di settore, sarebbe oggi diventato scenario complessivo della politica.

Rino Malinconico, segretario regionale di Rifondazione Comunista, e Tonino Scala, suo omologo in Sinistra Italiana, ne sono tra i principali ispiratori. Il candidato presidente è Luca Saltalamacchia, avvocato, espressione dei comitati ambientalisti. Per lui TERRA è un cantiere aperto, un campo largo, un movimento in divenire. L’inizio di una nuova stagione politica in Campania e contemporaneamente il punto d’arrivo di decine di esperienze e lotte per i diritti civili, la tutela dell’ambiente, l’acqua pubblica, la lotta alle camorre.

Capolista a Napoli, ma anche a Benevento e Caserta, è Stefania Fanelli, consigliere comunale di Marano in quota Sinistra Italiana. Inizialmente fu indicata come candidata co-presidente, ma la nostra legge elettorale non consente l’accoppiata. Segue il preside Salvatore Pace, già vicesindaco della Città Metropolitana e da molti anni consigliere comunale per DeMa. Pace non è solo espressione di De Magistris ma anche di Insurgencia che non ha presentato candidati di diretta appartenenza. Gli altri capilista sono: Annamaria De Stefano ad Avellino e Franco Mari a Salerno.

0 comment