fbpx
Home Regionali 2020 Regionali. Due domande a Corrado Martinangelo

Regionali. Due domande a Corrado Martinangelo

by Redazione

Corrado Martinangelo, attualmente è Presidente Nazionale Agrocepi – sindacato imprese agroalimentari. Ha ricoperto tra l’altro il ruolo di Assessore provinciale all’agricoltura ed è stato per 4 anni collaboratore del Ministro all’agricoltura Maurizio Martina. Oggi è candidato come capolista nella circoscrizione di Salerno per Democratici e Progressisti, a sostegno del candidato Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Oltre alla lista nella quale si colloca la sua candidatura, a sostegno del Presidente De Luca ce ne sono altre 14. Qual è il tratto distintivo della sua lista rispetto alle altre convergenti nello stesso schieramento? In altri termini, perché un elettore che è orientato a votare De Luca Presidente dovrebbe poi scegliere la vostra lista invece che un’altra?

Il tratto distintivo della lista dei Democratici e Progressisti, di cui mi pregio di essere il capolista nella circoscrizione di Salerno, nella coalizione larga del candidato De Luca, è di essere l’unica espressione di una Sinistra di governo moderna e popolare, con una strategia di lunga veduta per un nuovo Centro Sinistra. Si dovrebbe scegliere la nostra lista anche per le sue caratteristiche, fatta di uomini e donne, per lo più alla prima esperienza, ma di comprovata professionalità, fuori dagli schemi della politica politicante, ma che sono connessi con il sentimento popolare e con la voglia di combattere per una giustizia sociale, il lavoro, la qualità della formazione, della scuola, della cultura, della sanità, delle infrastrutture e dell’Agroalimentare.

E all’interno della sua lista, perché lei e non un altro? Qual è la sua personale ‘promessa elettorale’ qualora fosse eletto?

All’interno della mia ottima lista gli elettori, preferendo me, avranno la garanzia che posso rappresentare le giuste esigenze tra “tradizioni ed innovazioni”, per l’esperienza sul campo e la mia totale abnegazione e per l’impegno costante. Unica promessa elettorale è quella di voler rappresentare al meglio le specificità di ogni territorio provinciale, mettendo a sistema le diverse potenzialità della nostra grande provincia.

Ci dice tre obiettivi, in ordine di priorità, per i quali lei e la lista Democratici e Progressisti vi batterete nei primi due anni di mandato?

Nel breve tempo mi batterò e ci batteremo in Regione per: a) far istituire l’assessorato all’Agroalimentare, come modello di un nuovo sviluppo per la competitività delle imprese; b) creare le opportunità per stabilizzare tanti lavoratori precari di alcuni settori, a partire dagli addetti alla forestazione; c) far programmare i bandi per le risorse europee in modo innovativo, semplificando le procedure e incentivando il sistema di aggregazione tra Enti locali e tra imprese.

Un suo appello agli elettori sintetizzato in uno slogan.

Scegli i DEMOCRATICI E PROGRESSISTI per una Campania moderna, ecologista e solidale.

0 comment