fbpx
Home In Italia e nel mondo Un vaccino nell’uovo di Pasqua

Un vaccino nell’uovo di Pasqua

by Piera De Prosperis
vaccino

So che cosa vorremmo tutti nell’uovo di Pasqua: una dose di vaccino. Di qualunque casa, di qualunque nazionalità. Se dall’uovo di struzzo che pende dalla volta a crociera della Pala di Brera di Piero della Francesca si propagasse un miracoloso antidoto alla pandemia, sarebbe una Pasqua di resurrezione ma per tutti.

Invece ci dobbiamo accontentare della simbologia che l’uovo nasconde e delle sorprese, quasi sempre un portachiavi, che esso racchiude.

Secondo credenze religiose arcaiche, il cielo e la terra erano due emisferi dello stesso uovo che rappresenterebbe l’unità primordiale, prima della divisione degli elementi. Con il Cristianesimo l’uovo cosmico diventa il simbolo della rinascita del Cristo, il nuovo mondo che uscirà dalla Resurrezione.

Una leggenda medioevale racconta che, dopo la resurrezione di Cristo, Maria Maddalena si recò dall’imperatore Tiberio mostrandogli un uovo e annunciandogli appunto la Resurrezione. L’imperatore, incredulo, rispose che era impossibile risorgere dalla morte, allo stesso modo per un uovo diventare tutto rosso. Prima che l’imperatore finisse di parlare, l’uovo della Maddalena diventò rosso. Non a caso le prime comunità cristiane si scambiavano uova di questo colore. Del resto, l ‘uovo somiglia a un sasso e sembra inerte, come il sepolcro di pietra nel quale era stato sepolto Gesù. Ma come dentro l’uovo c’è una nuova vita, così dal sepolcro rinascerà il Cristo, messaggero di nuova vita.

Sempre nel Medioevo iniziò la creazione di uova artificiali, rivestite di metalli preziosi che i ricchi utilizzavano come doni in occasione della Pasqua. Fino ad arrivare all’orafo Peter Carl Fabergè che ebbe, a fine ‘800, l’incarico dallo zar di creare un prezioso ed unico gioiello: un uovo di platino smaltato di bianco contenente un altro uovo d’oro con due sorprese: una riproduzione della corona imperiale ed un pulcino d’oro. Tutto questo per la zarina Maria.

Congediamoci con un bell’augurio reciproco. Speriamo di ricevere un uovo Fabergè con dentro una dose di vaccino. Ma già lo so che purtroppo maneggerò solo uova sode per il casatiello. Auguri a tutti!

0 comment