fbpx
Home Cultura Festival in Val Bormida

Festival in Val Bormida

by Redazione
Val Bormida

La Val Bormida è un po’ lontana dal territorio del quale ci occupiamo normalmente, è vero, però l’iniziativa del Festival ValBormidaExperience, da giugno a novembre 2021, ci è piaciuta e vogliamo darvene conto.

L’obiettivo è quello di promuovere la Valle attraverso calendari culturali condivisi. Cioè raccogliendo le migliori proposte artistiche provenienti dal territorio come invito a visitarne i luoghi, incontaminati e accoglienti. Un “patrimonio ereditato dalla terra e dai protagonisti”.

Ma dove si trova la Val Bormida? Tra Piemonte e Liguria, tra Langhe e Monferrato a un passo dalla Riviera, nelle provincie di Alessandria, Asti, Cuneo e Savona.

Diamo un’occhiata agli eventi del Festival cominciando dal concerto in omaggio a Morricone, ACQUAFORTE, del 24 luglio. Si terrà sulla parete della diga di Osiglia. Proprio così. Sulle sue balconate suoneranno ben 19 elementi e il pubblico prenderà posto su un piano che guarda la parete quasi a strapiombo. Peccato che “il concerto live è a numero chiuso, su invito, ma sarà garantita la diretta facebook”.

 

 

Dal 24 giugno al 9 luglio ci sono gli SCAVALCAMONTAGNE. Teatro nelle piazze di 14 Comuni-tappa in cammino con “Una vedova allegra” che mescola prosa, canto lirico e musica dal vivo.

Dal 26 giugno al 12 settembre, I SUONI DELLA PIETRA. Concerti d’estate a Bergolo, Levice, Niella Belbo, Pezzolo Valle Uzzone e Torre Bormida in provincia di Cuneo. Bubbio e Monastero Bormida in provincia di Asti e Montechiaro d’Acqui (AL).

riproduzioni Luzzati 2021

Dal 26 giugno al 26 settembre, LA MIA SCENA È UN BORGO DI PIETRA. Emanuele Luzzati a Bergolo. Mostra d’arte.

Il 26 giugno, ancora a Bergolo, ITINERARIO DANTESCO. Percorso dantesco di pintopitture di Bruno Murialdo.

Dal 26 giugno al 26 settembre, UNA BOCCATA D’ARTE al Monastero Bormida che ospiterà la mostra It Is Not Wrong To Go Back and Take Something You Forgot di Binta Diaw. “Attraverso il linguaggio visuale dei simboli Adinkra, ho voluto attualizzare il ruolo che il borgo e la via del sale hanno avuto in passato, facendo riaffiorare valori e tradizioni”.

E ancora tanto altro, tra degustazioni, visite guidate, mostre ed opere teatrali. Vaccinazioni permettendo, noi cercheremo di esserci.

0 comment