fbpx
Home Letture LEGGO quindi REGGO. Leggere per vivere

LEGGO quindi REGGO. Leggere per vivere

by Maria Mastrullo

E’ trascorso poco più di un mese: oltre 1000 iscritti, più di 200 video già lavorati ed altrettanti in lavorazione. Video di lettura che trasversalmente attraversano noti attori teatrali, registi, scrittori, poeti come normali fruitori del libro: appassionati, insegnanti, ragazzi e i classici lettori per piacere. LEGGO quindi REGGO, si chiama così il progetto, la pagina Facebook ed il canale Youtube ad esso dedicati. Progetto nato da un’idea di Umberto Flauto presidente dell’Associazione Laboratorio dei Pensieri Scomposti APS ed immediatamente sposata da Arcoscenico, nella figura eclettica e creativa di Rodolfo Fornario, attore e regista napoletano.

Due incalliti lettori storici che, coordinandosi attraverso le loro specifiche capacità sociali, artistiche e di comunicazione stimolano i partecipanti, “lettori professionisti” e “lettori della Domenica”, non solo ad interpretare un testo scritto ma a comprenderne al contempo i contenuti… altrimenti “non reggerebbero”. Da cui LEGGO quindi REGGO.

Ed ecco più messaggi in uno. Il primo, il più evidente, è lo stimolo alla lettura, all’utilizzo di libri o di giornali in qualsiasi formato, cartaceo o elettronico, in un’epoca in cui l’abbandono della lettura sta andando molto oltre la rinuncia alle pagine di un buon libro, talora sino allo scorrimento approssimativo e frettoloso di post ed articoli dei canali social. Il secondo è quello di trasmettere l’arte del leggere, per migliorare la socializzazione e la sfera cognitiva, la fluidità e la conoscenza delle parole. Il terzo, il leggere che permette di “reggere” emotivamente. Mai tempo più appropriato per farlo di quello attuale.

In ogni libro c’è un regalo, dietro ogni pagina, ogni parola, ogni lettera c’è un insegnamento, che non è mai uguale per tutti. La magia della lettura è proprio questo, quella di regalare sensazioni autentiche a persone differenti tra loro.

Chiunque può partecipare inviando una personale performance. I video dovranno avere una durata “ideale” di 90 secondi e comunque mai superiore ai 120. Saranno accettati brani, stralci di brani, poesie, testi di canzoni o parti di esse (non cantate), citazioni, aforismi, testi creativi di qualsiasi genere all’interno naturalmente di una “qualità del linguaggio” che permetta di pubblicarlo. Attenzione: i brani devono essere letti, non recitati o citati a memoria. I video potranno essere spediti alla seguente mail: [email protected]

Bellissime interpretazioni si susseguono nei video, sia per la lettura che per il testo scelto. Gustave Flaubert ha lasciato una frase singolare sulla lettura: Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi, o, come gli ambiziosi, per istruirvi. Leggete per vivere.”

 

0 comment