fbpx
Home COVID 19 Ma voi avete paura del Covid?

Ma voi avete paura del Covid?

by Lucia Severino

Io si. Intendiamoci: paura, non panico. Non quella tensione incontrollabile che impedisce il pensiero e l’azione, ma la reazione al pericolo che aiuta a difendersi. Cercando di capire e quindi di agire. Non è per niente facile.

L’uomo delle caverne si trova allo scoperto, è solo. Sente in lontananza un ruggito e cerca rifugio. Però ha fame e il ruggito è lontano. Aspetta, ora sembra più vicino. Si nasconde. La fame aumenta. Ma è davvero un ruggito? E restare nella caverna mi salva? E se poi muoio di fame? Non ha informazioni sufficienti, o magari lo sarebbero pure ma non ha la competenza necessaria per elaborarle. Non sa quindi cosa fare e rischia grosso.

Lo stesso cavernicolo sente il medesimo ruggito, ma non è solo. Sulla cima dell’altura una vedetta segnala che il leone è lontano. Il vecchio sciamano consiglia di stare attenti. Il capofamiglia ordina di accumulare provviste all’interno della grotta e nascondere i piccoli. Arma tutti gli uomini e raddoppia le sentinelle.

Questo secondo scenario raffigura come dovrebbero andare le cose. Certo, il rischio c’è sempre. La vedetta potrebbe essere miope, lo sciamano incompetente, il capo inadeguato. Ma le analisi e le azioni di gruppo sono comunque quelle che tutelano maggiormente.

Quando però il gruppo è enorme, raccogliere i dati, elaborarli, decidere cosa fare, informare la comunità e diramare le istruzioni diventa complesso. La sintesi difficilissima. E’ la situazione attuale, nella quale si cerca l’equilibrio tra le necessità economiche (la fame) e la difesa dal pericolo (il leone). Nessuno ha la bacchetta magica e chi dice di sapere esattamente cosa va fatto è un millantatore (per interesse politico, professionale, economico e via dicendo). C’è quindi bisogno di un mix di buon senso, fiducia critica nelle istituzioni, sforzo di attenzione e comprensione, senso del dovere, rispetto per gli altri.

Non è vero che tutto dipende da noi. Scelte gestionali sbagliate possono essere devastanti. Basti pensare ai trasporti pubblici, alle regole di sicurezza non sufficienti sui luoghi di lavoro, all’organizzazione del sistema sanitario. Però i comportamenti individuali possono fare molto. Ignoriamo i terrapiattisti e fidiamoci del medico di base. Seguiamo le regole.

Avere paura aiuta.

0 comment