fbpx
Home Cultura Pistoia – Dialoghi sull’uomo. In presenza dal 24 al 26 settembre

Pistoia – Dialoghi sull’uomo. In presenza dal 24 al 26 settembre

by Giulia Garzia

Torna in presenza, da venerdì 24 a domenica 26 settembre, il festival di antropologia del contemporaneo “Pistoia – Dialoghi sull’uomo”, giunto alla XII edizione. Il tema del 2021 è Altri orizzonti: camminare, conoscere, scoprire e sarà affrontato in conferenze, dialoghi e spettacoli trasmessi anche in live-streaming sulle piattaforme Facebook e Youtube del festival.

Sarà affrontato il cammino verso nuove e altre prospettive. Da quello dei migranti in fuga a quello dei pionieri, della ricerca, della cultura e della scienza. Dalle esplorazioni della terra e dello spazio alla ricerca di forme di spiritualità tanto religiosa quanto laica. A Claudio Magris sarà conferito il Premio Internazionale Dialoghi sull’uomo.

Venerdì apre il festival la conferenza: Le parole e il cammino, dello scrittore Paolo Rumiz. Seguirà “Cammino dunque sono”, con il pedagogista e filosofo Duccio Demetrio. Quindi Ogni luogo è un dove, spettacolo teatrale dell’antropologo Marco Aime.

Sabato, Alessandro Vanoli parlerà della storia delle esplorazioni e delle conquiste. Il filosofo Maurizio Ferraris, in dialogo con l’antropologo Adriano Favole, cercherà di rispondere alla domanda su cosa stia diventando l’essere umano in quest’epoca. Poi la scrittrice Caterina Soffici intervista l’alpinista Nives Meroi. Il fisico Antonello Provenzale illustra il cambiamento climatico. Infine, lo spettacolo con l’attrice e regista Sonia Bergamasco, dal titolo Voci di donne in cammino.

 

Domenica, il filosofo Marco Vannini parla della mistica come “via del distacco”. Lo scrittore e critico letterario Emanuele Trevi dialoga con Marco Aime sul tema del viaggio iniziatico. Di scienza si occupano la scienziata e senatrice a vita Elena Cattaneo e Andrea Grignolio, docente di storia della Medicina e della Bioetica. Di globalizzazione e internet, la sociolinguista Vera Gheno. Chiude il festival Neri Marcorè, che dà voce a Le vie dei canti di Bruce Chatwin.

A completare il programma del festival, due passeggiate culturali: Da Pistoia ai confini del mondo e ritorno e Come pellegrini.

Altri orizzonti: camminare… narrare… immaginare… conoscere è il programma pensato anche per i più piccoli.

Chiudiamo questo fin troppo rapido excursus salutando il ritorno in piazza dei volontari, che dalla prima edizione del festival sono stati più di 3.500.

0 comment