fbpx
Home COVID 19 I primi desideri nella Fase 2

I primi desideri nella Fase 2

by Titti Giordano

Ci siamo. Il Presidente Conte ha parlato agli Italiani. Un chiaro discorso che consentirà di uscire da casa solo a quelli che lo hanno capito! Mi sa che saranno avvantaggiati solo gli appassionati della… Settimana Enigmistica!

Nel marasma di permessi, divieti e date, tutti aspettiamo con ansia di fare una prima cosa. Quella cosa che stiamo desiderando da tanto, non uguale per tutti. So che non dovrei esprimermi prima degli altri ma non riesco a tendere bloccato in mente questo mio sogno…: una pizza!! Il mio mantra è: pizza, pizza, pizza, mio alimento preferito. Purtroppo sono tra quelle poche donne che, nonostante i consigli delle amiche e i tutorial, non sanno cucinare una pizza mangiabile.

Vediamo ora altri primi desideri della Fase 2. Di certo ci saranno motivi ludici o non fondamentali, ma il desiderio di normalità trova una grande emozione nella possibilità di rivedere i parenti. Lo stare lontani da un genitore o da un figlio è stato sicuramente doloroso durante la quarantena. Con questo nuovo Decreto il limite è stato superato… ma come? Fino a che grado di parentela ci si può incontrare? Bisogna indicare nella “nuova ed ennesima” autocertificazione il grado di parentela? Primo, secondo, terzo? E gli affini? E se si ha un solo parente, ad esempio un cugino, c’è una sezione dove disegnare l’albero genealogico? E qui, ritorna il vantaggio del fruitore dei famosi cruciverba.

E i ragazzi? Il sogno della “Movida” per ora deve attendere tempi migliori, come sottolineato dal Governatore De Luca, che ha chiaramente fatto intendere la pericolosità del momento. La gioventù è una fase di conquista del mondo, in questo momento un mondo malato ed i giovani, più di tutti, devono stare attenti. Tra di loro, però, ci sono dei traditori. Chi sono? I ragazzi che alla Movida preferirebbero tornare a scuola!! Rare deviazioni del sentire comune. In generale, il primo desiderio della maggioranza dei nostri giovani concittadini, è quello di rivedere gli amici o la ragazza con la quale le distanze precauzionali saranno sicuramente violate.

Quale sarà, invece, il primo desiderio femminile? I miei sondaggi vedono al primo posto il parrucchiere. Le bionde vogliono tornare bionde e tutte vogliono tornare ad essere riconoscibili per distinguersi da King Kong. Al secondo posto le estetiste, che superano di gran lunga il desiderio di un incontro clandestino! Anche perché senza un decespugliatore, abilmente usato dall’estetista di turno, l’incontro segreto potrebbe essere l’ultimo!

E gli uomini? Dal sondaggio emergono due tipologie. La prima che richiedeva un articolo a parte per descrivere il primo desiderio maschile, rivolto a un oggetto del desiderio non convivente. In questi casi, dovrebbe essere prevista una autocertificazione orale per non lasciare prove in giro! La seconda, quella degli uomini con ormoni meno agitati che ha, come primo desiderio, di andare al mare, di rivedere gli amici, di fare una semplice passeggiata con le persone care.

In fondo, tutti questi “primi desideri” della Fase 2 hanno un elemento in comune: quello di tornare a guardarsi senza maschere! Questa fessura aperta dal nuovo Decreto fa assaporare un ritorno alla vita di prima ma va vissuta con la massima prudenza. Infatti, Papa Francesco ha detto: “Dio perdona sempre, l’uomo qualche volta, la natura non perdona mai”.

0 comment