fbpx
Home Ambiente Giornata Nazionale del Paesaggio

Giornata Nazionale del Paesaggio

by Anita Ferraioli
istituita nel 2016 dal Ministero della Cultura,

In occasione della Giornata Nazionale del Paesaggio, istituita nel 2016 dal Ministero della Cultura, del 14 marzo 2021 la Direzione regionale Musei Campania ha proposto una serie di appuntamenti digitali dedicati al tema del paesaggio. Musei, Enti e Associazioni campane hanno organizzato eventi, webinar e video (disponibili sulle rispettive pagine social Facebook e YouTube) al fine di sensibilizzare i cittadini alla tutela e valorizzazione del paesaggio.

Napoli.

Certosa e Museo di San MartinoParco Archeologico dei Campi Flegrei propone tre appuntamenti su “I Campi Flegrei nelle vedute del Museo di San Martino. Conversazioni tra arte e archeologia”, video di approfondimento storico-artistico (www.facebook.com/museodisanmartinowww.instagram.com/sanmartinomuseo).

Museo Nazionale della Ceramica Duca di Martina in Villa Floridiana, in collaborazione con l’associazione Amici della Floridiana, propone una passeggiata virtuale raccontando la Villa attraverso alcuni fogli del Fondo Niccolini. I progetti dell’architetto Antonio Niccolini (San Miniato, 1772 – Napoli, 1850) che documentano la trasformazione di Villa Floridiana tra il 1817 e 1826 sono custoditi presso il Gabinetto disegni e stampe della Certosa e Museo di San Martino (www.facebook.com/museoducadimartinawww.facebook.com/museodisanmartino).

A Capri La Certosa di San Giacomo, sede del Museo Diefenbach inaugurato nel 1974, in collaborazione con l’associazione Apeiron, ha diffuso un video-racconto in cui illustra i dipinti del pittore tedesco Karl Wilhelm Diefenbach (Hadamar 1851 – Capri 1913) realizzati sull’isola nell’ultimo periodo della sua vita. Ritrasse un paesaggio caprese lontano dai tipici colori mediterranei, un paesaggio che, visto attraverso gli occhi e la fantasia dell’artista, diventa nordico, spesso oscuro e tenebroso illuminato solo da bagliori surreali (www.facebook.com/certosasangiacomo).

Salerno.

Il Museo archeologico di Pontecagnano presenta “Da Picentia ai Picentini. Continua il percorso dell’Ecomuseo”, un video-racconto delle bellezze paesaggistiche, attrazioni culturali presenti nei Monti Picentini, in continuità con il progetto (avviato nel 2017) “Ecomuoseo dei Picentini” (www.facebook.com/museopontecagnano).

Museo archeologico di Eboli e della Media Valle del Sele ha inaugurato, lunedì 15, i “ManESMondayS”. Appuntamenti digitali di approfondimento sul territorio, “Il Paesaggio dei ManES. Una passeggiata digitale tra Eboli e il Sele” (www.facebook.com/museoarcheologicoeboli).

Museo archeologico della Valle del Sarno in collaborazione con la Pro Loco Sarno, racconta in un video “Scorre lento” l’antico legame tra il territorio e il corso d’acqua che lo attraversa (www.facebook.com/museoarcheologicosarno).

Un webinar organizzato in collaborazione con l’Ordine degli architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Caserta. Il webinar “I Musei luoghi di conoscenza e condivisione dei paesaggi storici” ha come focus la salvaguardia e la conoscenza del paesaggio storico attraverso un confronto sul ruolo dei musei quali diffusori di pratiche territoriali. Registrato e fruibile, come anche gli altri video, sul canale YouTube della Direzione regionale Musei Campania (www.youtube.com/channel/UCTwMTiK-pxh94Hk0hcSahHg).

L’Archivio di Stato di Avellino, in collaborazione con l’associazione Paesaggi irpini, ha realizzato un video “Il lento riprendere del respirare…”, un itinerario foto-cartografico nel territorio irpino accompagnato dai versi del poeta irpino Domenico Carrara. Foto realizzate dai privati cittadini si alternano a piante e disegni del territorio (www.asavellino.beniculturali.itwww.facebook.com/ArchivioDiStatoDiAvellino).

Tra le attività educative e informative della Soprintendenza di Salerno e Avellino, dopo il video “Lungo le sacre terrazze di #Velia alla scoperta del paesaggio e dell’archeologia” (Parco Archeologico di Velia) si prosegue con il video “Paesaggio Irpino” che racconta le bellezze del paesaggio a cura della delegazione FAI Avellino e “Masserie e Paesaggi d’Irpinia”.    

L’elevata diversità paesaggistica, naturale, culturale e biologica della regione è stata inficiata negli anni da un’impetuosa urbanizzazione, per non parlare delle aree che attendono ancora di essere bonificate. Un patrimonio paesaggistico complesso per la sua ricchezza di elementi (cultura, storia, territorio), il cui potenziale viene purtroppo mortificato da incuria, interesse economico e indifferente rassegnazione.

Sensibilizzare la cittadinanza alla tutela del patrimonio paesaggistico è il passo necessario perché se ne riconosca il valore. Il Paesaggio non è uno sfondo o un panorama da fotografare ma è identità del territorio che va conosciuto per poterlo valorizzare e tutelare.

0 comment