fbpx
Home Cultura Pasqua “con timore e gioia grande”

Pasqua “con timore e gioia grande”

by Flavio Cioffi
0 comment

Consigli di lettura 10/2023

 

La Pasqua è una festa ebraica (celebra la liberazione degli ebrei dall’Egitto), cristiana (commemora la resurrezione di Gesù), laica (spera nella rinascita degli uomini, comunque intesa). Un momento di gioia per tutti, insomma, almeno in una buona parte del mondo. Sentimento difficile la gioia con una guerra in corso alle porte di casa. Il Papa l’altro giorno ha rivolto il pensiero alle mamme dei soldati caduti, Russi e Ucraini. Ne raccolgo l’invito proponendovi, laicamente, la lettura del racconto evangelico della Resurrezione come anelito alla pace. Ho scelto Matteo perché è l’unico che parla di “gioia grande”.

Dopo la sera del sabato, mentre cominciava ad albeggiare il primo giorno della settimana, Maria Maddalena e l’altra Maria andarono a visitare il sepolcro.

Quand’ecco venire un gran terremoto. Perché un angelo del Signore sceso dal cielo si appressò al sepolcro, e, ribaltatane la pietra, ci sedeva sopra. Il suo aspetto era come il folgore e la sua veste candida come la neve. E per lo spavento che ebbero di lui, si sbigottirono le guardie e rimasero come morte.

Ma l’angelo prese a dire alle donne: Voi non temete, so che cercate Gesù, il crocifisso. Non è qui: è già risorto, come aveva detto: venite a vedere il luogo dove giaceva il Signore. Or, presto, andate a dire ai suoi discepoli che egli è risuscitato dai morti: ed ecco vi precede in Galilea, ivi lo vedrete, ecco vi ho avvertite.

E quelle, uscite in fretta dal sepolcro, con timore e gioia grande, corsero a dar la nuova ai discepoli. Quand’ecco Gesù si fece loro incontro e disse: Salute. Ed esse gli s’accostarono, gli strinsero i piedi e lo adorarono. Allora Gesù disse loro: Non temete, andate e annunziate ai miei fratelli che vadano in Galilea; là mi vedranno.

 

Precedenti “consigli di lettura”:

0 comment